Torna alla Homepage
NEWS : CONTRASTO : DISCOGRAFIA : MP3 : PAROLE/WORDS : CONTATTI : FOTO : DISTRO/VIDEO : CONCERTI/GIGS : LINK

SOLO PER TE (CONTRASTO - 2023 - LP)


COME IL ST.PAULI
come a St.Pauli in Hafenstrasse come il St.Pauli al Millerntor con la palla tra i piedi e le lacrime agli occhi Volker brucia passione ne guerra ne fascismo ne terza divisione mentre occupa il quartiere musica a cannone ne guerra ne fascismo ne terza divisione “nie wieder krieg nie wieder faschismus nie wieder 3.liga” sarà che ancora a volte indugio e ti confondo sarà che questo fuoco brucia sempre e non si è spento sarà che batti e batti come mille cuori sbronzi come a St.Pauli in Hafenstrasse come il St.Pauli al Millerntor che di quei giorni rivorrei lo spirito sincero col cuore a bomba e i pugni alzati nel blocco nero
ARMI E BAGAGLI
vessillo antifascista sincero e militante né infami né accademici figli del ‘68 non muta l’orizzonte di un sogno ininterrotto armi e bagagli compagna P38 ritrovare la fame e la sete di un tempo ritrovare la rabbia il cemento ritrovare la fame e la sete di un tempo ritrovare il tuo incedere lento e fermo come le montagne ritrovare la fame e la sete di un tempo ritrovare il tuo sguardo fiero nel vento vessillo antifascista sincero e militante né infami né accademici figli del ‘68 non muta l’orizzonte un sogno si fa storia armi e bagagli un senso alla memoria
RIMANGA NEL CUORE
Carraie, 28/05/2020 rimanga nel cuore e poi fingersi morti per sentirsi ancora vivi persi in questa infinita solitudine su quattro note serrate di un pezzo veloce o in questo stanco ricordo fugace mi hai raccolto da terra confuso ossa rotte un buon colpo di vita brucia passione brucia infinita attraverso i miei sensi di colpa con le vele spiegate in un mare in tempesta disincanto funesto lontano per la tua rabbia con i tuoi ferri sempre a portata di mano
SANTE
20 anni 8 mesi il resto e una vita le celle violate il carcere speciale le rivendicazioni la fame all’Asinara i torturatori le perquisizioni la posta censurata la posta sottratta le notti insonni la schiena percossa i vetri ai colloqui il cuore alla gola i trasferimenti i lividi stanchi e i silenzi le cariche infami le mani alla testa le cariche vili l’assalto coi cani il sangue sui muri il freddo bastardo il sangue alla bocca i pugni contratti i compagni di sempre l’isolamento i compagni traditi la rivoluzione e i silenzi nei giorni che conti negli anni che passano
SOLO PER TE
e quando poi ti penso se ancora quest’inverno sa’ d’inferno e tutto sembra non voglia passare più se ancora ci sei tu e quella stretta al petto questa (maledetta) fotta che fa la la la che non mi molla mai e quando poi ti perdo e ancora sa’ d’inferno o è solo inverno e tutto sembra non voglia finire più ma ancora ci sei tu e quella stretta al petto questa (maledetta) fotta che fa la la la ci restan questi giorni e il tempo che verrà ci restan questi sogni a divorarci ancora ci restan questi giorni e il tempo che verrà solo per te solo per te col vento in faccia gli occhi pesti e una notte di guai solo per te sempre e solo per te col cuore in tasca i giorni guasti e una vita di guai
IRRIDUCIBILE
puntare al cielo sognare l’impossibile mi hai detto provaci non ci credevi neanche tu col tempo e la fiducia col piombo e la fiducia limone e sanpietrini voglia di te mentre immagino quello che ancora non c’è quello che in fondo eravamo io e te puntare al cielo tensione irriducibile mi hai detto provaci non ci credevi più col tempo e la fiducia col piombo e la fiducia di rabbia e fervore riempi(mi) questo cuore torna a farmi respirare di amore criminale torna a farmi respirare
NEI GIORNI PIÙ BUI
la logica di un’emergenza infinita oscura il lucido pensiero esposti al virus più letale l'obbedienza globale generazioni rassegnate martoriate da bombe e veleno esperimento sociale per un nuovo dominio digitale sopravvivendo all'inferno nella spirale dei giorni più bui disertare le leggi marziali sabotare ingranaggi di morte e dinamiche di imperialismo questo è quello che ho innescare un conflitto di classe contro eserciti, stati e confini internazionalismo tutto quello che ho “l’incapacità di usare violenza getta nell’impotenza di fronte al fascismo” (R.A.F.) sopravvissuti all’inferno tra moltitudini e noi sopravvissute all'inferno nella spirale dei giorni più bui sopravvissuti all’inferno in costante ricerca di affini pulsioni inseguendo bagliori nei giorni più bui
LE RIVOLTE DI MODENA
respiro piano per non far rumore in questa cella di merda che mi soffoca mi stringe il cuore mentre precipito solo in questo caldo di maggio su questo volo sospeso ubriaco in cerca di atterraggio respiro piano che saranno sei ore perso nei giorni che il tempo da tempo non sa più contare le tue iniziali in un vecchio tatuaggio quest’aria immobile livida stanca l’aria del IV raggio respiro piano per non far rumore mentre ripenso a quei giorni di marzo e ne sento l’odore le celle in fiamme sui tetti per strada quei lacrimogeni a pieni polmoni la vita ritrovata e centomila altre volte ancora nelle rivolte di Modena e centomila altri fuochi ancora nelle rivolte di Modena e centomila altre vite ancora nelle rivolte di Modena e centomila rivolte ancora e centomila ancora
SOLO PER TE (CONTRASTO - 2023 - LP)
Discografia completa

Torna Indietro

Oggi: 27/05/2024

NEWS
DATE CONTRASTO 2024


FWB FC Football Without Borders SOLE e BALENO Round Robin